logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Canda

Provincia di Rovigo - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Ottobre  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

SERVIZI CIMITERIALI

Modulistica Cimiteriale

  • Esumazione ed estumulazione

Sono due operazioni che riguardano la rotazione delle salme seppellite nei campi di inumazione in terra (esumazioni) e per le salme tumulate nei loculi cimiteriali e nelle cappelle di famiglia (estumulazioni).

In via ordinaria l’operazione viene eseguita dal comune al termine del periodo di concessione delle sepolture nei cimiteri comunali (esumazioni ed estumulazioni ordinarie).

In via straordinaria l’operazione, con determinate cautele, può essere eseguita su richiesta dei congiunti delle salme. Questa operazione non può essere eseguita nei mesi di maggio, giugno, luglio, agosto e settembre.

Per le esumazioni ed estumulazioni straordinarie è previsto un contributo a titolo di diritto comunale che si articola nel seguente modo:

  • Esumazioni di salma richiesta da privati  € 75,00;
  • Estumulazione di salma richiesta da privati  € 60,00.

Le esumazioni e le estumulazioni ordinarie (per fine periodo concessorio o per accadimenti nel cimitero) saranno sempre precedute dall’affissione di un manifesto informativo presso l'albo web e presso il cimitero comunale

MODULISTICA 

Richiesta di autorizzazione per la estumulazione ed esumazione straordinaria

 

  • Richiesta concessione di loculo od ossario

La concessione è la possibilità di utilizzare di un loculo/ossario per un periodo di anni stabilito da disposizioni comunali, dopodiché il loculo/ossario ritorna nella disponibilità del comune.

Alla scadenza il concessionario può chiedere il rinnovo della concessione. Diversamente i resti mortali saranno trasferiti nell’ossario comune o se la salma non è completamente mineralizzata sarà inumata a terra per altri 5 anni.

Hanno diritto ad essere sepolte nei cimiteri comunali:

  • i cadaveri delle persone morte nel territorio del comune, qualunque ne fosse in vita la residenza;
  • i cadaveri delle persone morte fuori del comune, ma aventi in esso la residenza;
  • i cadaveri delle persone non residenti in vita nel comune e morte fuori di esso, ma avente diritto al seppellimento in una sepoltura privata esistente in un cimitero comunale
  • i nati morti ed i prodotti di concepimento di presunta età di gestazione dalle 22 alle 28 settimane complete ed i feti che abbiano compiuto presumibilmente compiuto le 28 settimane di età intrauterina e che all’ufficiale dello stato civile non siano stati denunciati come nati morti
  • i resti mortali delle persone sopraelencate. 

DOVE PRESENTARE LA RICHIESTA

La richiesta di concessione deve essere presentata presso l’ufficio di stato civile.

MODULISTICA 

Richiesta concessione Loculo oppure ossario

 

  • Richiesta cremazione di salma

L’autorizzazione per la cremazione è rilasciata dall’ufficiale dello stato civile del comune in cui è avvenuto il decesso, che la rilascia acquisito un certificato in carta libera del medico necroscopo dal quale risulti escluso il sospetto di morte dovuta a reato, ovvero, in caso di morte improvvisa o sospetta segnalata all’autorità giudiziaria, il nulla osta della stessa autorità giudiziaria, recante la specifica indicazione che la salma può essere cremata.

L’autorizzazione alla cremazione può ed è concessa nel rispetto della volontà o da un suo famigliare attraverso una delle seguenti modalità:

  • la disposizione testamentaria del defunto, tranne il caso in cui presentino una dichiarazione fatta successivamente a quella della disposizione testamentaria stessa
  • l’iscrizione, certificata dal rappresentante legale, ad associazioni che abbiano tra i propri fini statutari la cremazione dei propri associati, tranne che i famigliari presentino una dichiarazione autografa del defunto contraria autografa fatta dal defunto in data successiva all’iscrizione all’associazione. L’iscrizione ad associazioni vale anche contro il parere dei familiari;
  • In mancanza di disposizione testamentaria  o di qualsiasi altra espressione di volontà da parte del defunto, i familiari possono manifestare la volontà del defunto di essere cremato con una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, presentata all’Ufficiale di stato civile del comune dove è avvenuto il decesso o ppure nel comune di residenza. Il coniuge è il primo dichiarante legittimo; in mancanza possono richiedere la cremazione i parenti più prossimi in linea retta e collaterale fino al sesto grado; occorre la maggioranza assoluta di tutti i parenti dello stesso grado (es.: tutti i figli), mentre sono esclusi gli affini, cioè i parenti del marito/moglie del defunto.

Le ceneri possono essere sepolte nel cimitero oppure consegnate ai familiari per la conservazione o la dispersione.

La conservazione è consentita nel rispetto delle seguenti prescrizioni:

  • l’urna deve essere debitamente sigillata e contenere i dati anagrafici del defunto;
  • la conservazione avrà luogo bell’abitazione privata dell’affidatario o nell’abitazione indicata nella domanda;
  • l’affidatario deve assicurare la propria diligente custodia, garantendo che l’urna non venga profanata;
  • l’urna non può essere affidata ad altri neppure temporaneamente senza l’autorizzazione dell’ufficiale dello stato civile;
  • sono vietate le manomissioni dell’urna e dei sigilli;
  • il cambio del luogo di conservazione dell’urna deve essere comunicato all’ufficiale dello stato civile. La comunicazione non è necessaria se il trasferimento avviene nel nuovo indirizzo anagrafico dell’affidatario: cessando le condizioni di affidamento l’urna deve essere consegnata all’ufficiale dello stato civile per il seppellimento nel cimitero comunale.

 Le ceneri possono essere disperse:

  • in apposito spazio all’interno del cimitero;
  • in natura al di fuori dai centri abitati;
  • in aree private all’aperto e con il consenso dei proprietari e non può dare luogo ad attività aventi fini di lucro;
  • nel mare, nei laghi e nei fiumi nei tratti liberi da natanti. 

DOVE PRESENTARE LA RICHIESTA

Per richiedere la cremazione occorre presentare una domanda in carta libera all’Ufficio di stato civile, allegando fotocopia del documento di riconoscimento di tutti i firmatari.
L’istanza e l'autorizzazione per l’affidamento personale delle ceneri o per la dispersione sono in bollo da € 16,00.

MODULISTICA 

 

 

 

 

 

 

Normativa di riferimento

Decreto legge 9 febbraio 2012 n° 5, art. 5, convertito in legge 4 aprile 2012 n 35, sono entrate in vigore le nuove modalità per le seguenti dichiarazioni anagrafiche.

 

 

 

 

Via Guglielmo Marconi, 47
P.Iva 00197210297 - Codice Fatturazione Elettronica: UF6MF9
Tel. 0425 702012 Fax 0425 702018 PEC: comune.canda.ro@pecveneto.it